PRIMAVERA

marcon primavera

 

Gran bella gara oggi al comunale di Villa D’Arco di Cordenons tra due squadre che venivano da due situazioni differenti, il Pordenone che voleva consolidare la vittoria di sabato scorso sul campo del Vitt.Veneto ed il Marcon che voleva dimenticare la figuraccia fatta tra le mure amiche contro il Padova.
Parte forte il Marcon e nei primi dieci minuti ha tre nitide palle gol che, per colpa della troppa fretta dei suoi attacanti, non si concludono in rete.
Trascorre il tempo ed il monologo è sempre lo stesso il Marcon attacca in massa ed il Pordenone pensa a diffendersi ed al 30’ del 1°t. su un capovolgimento di fronte trova inaspettatamente la rete del vantaggio.


Il Marcon reagisce ed al 40’ in una azione d’attacco con conclusione in porta della Canciello, un
difensore del Pordenone mette il piede per rinviare ma la palla fa un brutto rimbalzo e va ad infilarsi nella rete dell’esterefatto portiere.
Al 46’ il Pordenone si riporta in vantaggio su un liscio della difesa del Marcon ed un minuto dopo l’arbitro Accarino della sez.di Maniago manda le due squadre negli spogliatoi per la fine della prima frazione di gioco.


All’inizio del secondo tempo il Marcon prende subito a pressare e con la Ruggero al 10’ arriva il pareggio.
A questo punto il Marcon più in palla del Pordenone e anche atleticamente ben preparato riprende a premere e al 30’ con un’azione personale dell’incontenibile Tasso si porta sul risultato di 2\3.


Nel frattempo il mister del Pordenone aveva sostituito il n.3 Pollini con il 14 D’Abrosca ed al 36’ mister Pasqual effettuava un cambio, usciva un’infortunata Zamai ed entrava la Guizzonato che nel giro di cinque minuti sciupava due palle gol che potevano chiudere l’incontro definitivamente.
Al 42’ mister Pasqual effettua il secondo cambio esce un’ottima Canciello ed entra Bernardi, l’arbitro chiama tre minuti di recupero e proprio allo scadere del terzo minuto il Pordenone trova un fortunato pareggio su una indecisione di tutta la difesa del Marcon, nemmeno il tempo di riprendersi che l’arbitro fischia la fine con il Pordenone che tira un grosso sospiro per aver riaciuffato insperatamente la partita ed un Marcon che si morde le dita per non aver saputo portare a casa tre punti strameritati per la gran mole di gioco che aveva fatto.
Che dire della gara: due belle squadre, il Pordenone che conferma l’ottima vittoria di sette giorni fa’ a Vitt.Veneto, ed il Marcon che prontamente si è ripreso dopo la batosta di domenica scorsa in casa contro il Padova.
Per i tifosi del Marcon l’appuntamento è per sabato prossimo a Gaggio ore 18.00 contro il forte ed ostico Belluno.

 

A.C.F.D. PORDENONE: Da Ronch, Moletta, Pollini, Feletto, Chiarot, Voldatti, Scodellaro, Nurtado, Bigaron, Zhou, Ferin
a disposizione: Pusiol, Franco, D’Abrosca
allenatore sig.: Nebuloni

 

F.C.F.MARCON: Pinel, Gianni, Casarin, Vivian, Zuin, Ruggero, Tasso, Zamai, Gazzetta, Ghezzo, Canciello
a disposizione: Berna, Zamberlan, Guizzonato, Bernardi, Del Favero, Penzo
allenatore sig. Pasqual
arbitro: Accarino di Maniago

memorial2017

ckd electroadda fyh lg mgm motovario
mtv rael tellure vetorix zvl topdisplay
galivm pettinati        

login